Realizzazione siti web responsive

State pensando realmente di creare il vostro sito web? Avete letto che i siti Responsive sono migliori degli Adaptive, ma non sapete quali sono le differenze? Oggi vi aiuteremo a capire meglio quello che vi conviene di più.

Sito responsive: cosa significa e cosa è

Un sito web responsive rappresenta una piattaforma totalmente adattabile a qualsiasi dispositivo venga visualizzato il sito stesso. Questo passo è molto importante anche perché Google penalizza i siti web che non riescono ad adattarsi del tutto a ogni tipo di schermo.

Perché questo possa accadere il sito web deve avere una struttura del tutto flessibile, quindi difficilmente si potranno avere tavole, colonne o immagini fissi, non ridimensionabili o ingrandibili per adattarsi allo schermo in cui verranno visualizzate.

Allo stesso modo anche il menù non sarà visibile alla stessa maniera su un dispositivo mobile o su un computer.

Per esempio in molti casi troveremo che normalmente il menù sarà in orizzontale mentre verrà mostrato in verticale in uno smartphone.

Ciò significa che avendo un sito web responsive l’accesso alla pagina sarà garantito ad una maggiore quantità di dispositivi, siano essi tablet, computer fisso o cellulari con piccoli schermi.

Responsive web design

Un design responsive (RWD: Responsive web design) rappresenta l’utilizzo di una capacità per la creazione di siti web utile all’adattamento grafico automatico ai dispositivi su cui vengono caricati.

Tutto ciò serve particolarmente per garantire l’accesso a qualunque utente qualsiasi dispositivo egli possegga, garantendone una usabilità fluida, intuitiva che sia compatibile con lo schermo per la riproduzione delle immagini, dei video o degli articoli presenti nel sito in modo migliore.

Siti web responsive o adaptive: differenze

Vediamo anche il caso dei siti adaptive e le differenze con i siti responsive. A differenza quindi di un sito responsive una pagina adaptive si mostrerà in diverse versioni a seconda del template che verrà utilizzato permettendo autonomamente al dispositivo di caricare le immagini secondo il template stesso.

Quindi basicamente un sito adaptive carica esattamente il template giusto a seconda del dispositivo utilizzato, mentre un sito internet responsive predispone già tutte le varianti tramite il CSS.

Quando è meglio utilizzare il sito adaptive? Non c’è molta differenza fra l’utilizzo di un sito responsive un adaptive, ma nel momento in cui la piattaforma si è già stata creata e non si sia ancora semplificata è più semplice passarla ad adaptive.

Come rendere un sito responsive

Per cambiare la struttura della pagina in modo tale che sia più visibile in più dispositivi il lavoro principale da fare è attraverso strumenti che in automatico possano cambiare la forma e le dimensioni dei blocchi lavorandoli uno ad uno, oppure attraverso l’utilizzo e la conoscenza dei codici HTML e CSS Media Queries.

Non essendo la pagina responsive in un cellulare si vedrà tutto minuscolo, ridotto e sarà anche difficile poter premere un pulsante. Con l’aiuto delle conoscenze giuste e di strumenti corretti si potrà fare in modo che ogni parte del sito si noti per conto suo, prima un blocco, in seguito un altro e poi un altro ancora…  Rendendo così più visibile ogni parte.

Questo si sceglierà in base ai livelli che si vogliono raggiungere.

Come far diventare un sito wordpress responsive

Giacché in un sito normalmente si necessitano dei codici è una conoscenza maggiore, nel caso in cui un sito sia totalmente costruito attraverso l’utilizzo di WordPress la sua attualizzazione/ trasformazione in sito responsive sarà molto più semplice è più economica.

Grazie a dei Semplici plugin, che spesso possono anche essere a pagamento, in automatico il tuo sito passerà ad essere totalmente responsive.

Uno dei rischi di non avere una pagina web responsive è di: 

  • potenziale perdita di cliente, per sito non correttamente funzionale (il primo approccio è molto significativo).

Sito responsive CSS

La creazione di un sito web responsive in CSS è possibile attraverso utilizzo di codice HTML, fissando regole di formattazione che possano considerare la larghezza dello schermo in cui la pagina viene visualizzata.

Bisognerà quindi creare un file html con codici specifici aggiungendo un foglio in CSS che fissino la larghezza di default del corpo e del menù.

Con queste semplici parole sembra del tutto facile poter trasformare il sito in responsive, ma come sicuramente avrete capito bisogna avere abbastanza conoscenza dei codici html per una riuscita ottimale.

Nel caso in cui non abbiate ottima conoscenza di questi codici il nostro miglior consiglio prima di arrecare danni, che potranno costarvi ancora di più, vi suggeriamo di affidarvi agli esperti, che sicuramente a seconda del sito che avete, vi sapranno persuadere nella migliore soluzione.

Spesso cambiare quei codici non è la risposta corretta ad ottenere più visibilità!

Quale framework si usa per creare in html un layout responsive

In alcuni casi si consiglia l’utilizzo di un framework, un software che ha una struttura logica, un insieme di documenti, codici che servono appunto per trasformare le pagine attraverso i codici HTML, in Total Responsive Web.

Ne esistono tanti e ognuno di essi lavora in maniera differente anche a seconda del tipo di struttura che il sito stesso abbia inizialmente, ma vediamone alcuni:

  • Gumby, Framework flessibile  con molte variazioni di griglie e colonne;
  • Yaml, Framework Css, per la flessibilità dei siti web;
  • Skeleton, Framework per HTML5, per app e siti;
  • Metronic, per la gestione anche dei carrelli degli e-commerce.

Questi sono solamente alcuni dei Framework da poter utilizzare, ogni siti che si rispetti ne avrà uno perfetto per esso. Alcuni sono più specifici per qualcosa, come Gumby per le griglie, altri più costosi e generali che potranno adattarsi anche a tutte le pagine web professionali o no.

Esempi sito web responsive e pagina html responsive

I siti web responsive più rappresentativi del momento sono quindi quei siti che concedono un design molto semplice virgola velocità di caricamento di immagini e layout immediate oltre ad una navigazione semplice ed intuitiva su qualsiasi dispositivo abbiano a disposizione i nostri clienti.

Quindi potremmo nominare da questi siti i seguenti:

Palabra clave

Fra le pagine html5 responsive dobbiamo ricorrere a tutti quei siti che vengono creati senza l’utilizzo di sistemi quali CSM, ma che vengono del tutto realizzati attraverso i codici HTML e CSS fra questi vi ricordiamo:

palabra clave

Creare quindi il vostro sito in maniera responsive è utilissimo per raggiungere più utenti e solo con i ritocchi di un esperto potrai ottenere il miglior risultato!